Sebbene la razza border collie per questo allevamento costituisca solo una saltuaria passione, e le cucciolate siano rare, siamo orgogliosissimi dei nostri cani. La passione era nata già nel 1993, quando per caso mi regalarono un cane che doveva essere un rough collie, ed invece poi si rivelo essere un border, a quel tempo razza ancora non colpita dal clamore di internet. Quella goccia instillata laggiù, lontano nel tempo, ha creato un piccolissimo varco, che dopo molti anni si è tramutato con l’arrivo di Love me gea, dall’allevamento Jackborder, di Raffaella Dellarovere. Jay, così la soprannominammo, era un fantastico, dolce cane da pastore. La sua dolcezza ed instacabilità, l’ho portata nel tempo in questi dieci anni che ogni tanto una cucciolata di questa razza “non sono riuscito a non farla” da amante dei cani di lavoro quale sono. Esenti da displasia del gomito e delle anche, da malattie oculari per controllo del dna e quindi per parentela, i nostri border si sono distinti sia nell’agility dog, ad es. con Biancaneve di Castell’Anselmo di Marina Sbuelz, campionessa italiana in tale disciplina, e nel disc dog, come ad es. Vanessa di Castell’Anselmo detta “Birra”, di Fabio Mereu, oltre che nello sheep dog (in stages solamente per adesso).